Tesla Spirit Radio
Adattamento a cura di Fabrizio Rondina


Il Tesla Spirit Radio è più di un circuito radio con cristallo in un barattolo di marmellata. È un produttore di suoni che si collega a un computer e produce suoni spettrali fantastici rispondendo a campi elettromagnetici o fonti di luce in tempo reale.
Sebbene Tesla abbia usato parti diverse, il circuito base L-C (Inductor-Capacitor) di questa radio utilizza uno schema simile a quello che Tesla ha sperimentato nei suoi primi periodi. Il versatile diodo al germanio 1N34A utilizzato qui, sostituisce i rivelatori al nichel rotanti e i relè sensibili, utilizzati da Tesla alla fine del 1800.
Con questa "radio" si possono ascoltare anche le trasmissioni AM, ma lo scopo è stato pensato per altro. (Inoltre, la radio AM non era esattamente ciò a cui interessava Nikola Tesla ... infatti, credeva che fosse uno spreco di energia trasmettere e ricevere onde hertziane!)
Usando un programma come Audio Hyjack Pro (Mac), oppure Total Recorder (Windows), l'uscita della radio viene ottimizzata dal computer per ottenere effetti sonori eccezionali in tempo reale che possono essere registrati.
L'apparecchio in questione può reagire anche con fulmini, frequenze radio, spettro luminoso, schermo del computer, impulsi RF, campi elettromagnetici e molto altro!


STEP 1 - Elenco delle parti e diagramma schematico

Lista del materiale

1- Piccolo vaso in vetro con apertura larga
1- Disco in plexiglass da 8 cm diametro, 3 mm spessore
1- C1 - Condensatore variabile da 60 a 141 pf
1- Perno e manopola per il condensatore variabile
1- L1 - Antenna in ferrite da 680 uH
1- D1 - Diodo al germanio 1N34A o equivalente
1- C2 - Condensatore da 0.001 uF (marked 102)
1- R1 - Resistenza da 47 kO
1- Jack a banana rosso
1- Jack a banana nero
2- O piu' boccole a banana per ciascuna antenna
2- Jack da pannello mono da 3.5 mm

- Qualche centimetro di cavetto schermato
- Saldatore

1- Cavetto audio con estremità spinotto da 3.5 mm

Attrezzi

Pinze a becchi sottili
Tronchesino
Saldatore
Computer con software Audio Hijack audio (Mac) o Total Recorder (Windows)

Nota 3:
Per ogni antenna a spirale: 182 cm di filo rame da 1.5 mm diametro con all'estremità uno spinotto a banana

Nota 4:
Per l'eventuale antenna a fuso: 122 cm di filo rame da 1 mm diametro. 1220 cm filo rame rivestito diametro 3 mm
Carta spessa
Nastro adesivo
Colla a caldo
Super Colla
Spinotto a banana
STEP 2 - Realizzazione del coperchio in plexiglass e foratura

Il primo passo è creare un coperchio trasparente in modo da poter vedere i componenti all'interno. La scelta è il policarbonato. L'acrilico può essere usato, ma non funzionerà facilmente.
Utilizzare un accessorio per il taglio circolare su una punta da trapano per tagliare un coperchio a disco da 3,25 pollici in policarbonato Lexan da 1/8 di pollice.

Successivamente, nel coperchio sono praticati fori da 1/4 di pollice per i due jack a banana e per i due jack audio.
I due jack banana riceveranno connettori a banana con antenne pre-montate.

Verranno inoltre utilizzati due jack audio. Uno è per l'uscita audio al computer, e uno è per un ingresso ausiliario in modulazione da un'altra fonte.

Praticare dei fori come mostrato nelle foto. Totale di 9 fori;
Due fori da 1/4 di pollice per le prese d'antenna,
Due fori da 1/4 di pollice per le prese audio,
Un foro per l'albero del condensatore variabile e due piccoli fori da 1/16 di pollice per le sue viti,
due fori da 1/16 di pollice per l'alimentazione del diodo sulla parte superiore del coperchio del barattolo (questo è per migliorare l'effetto luce-a-suono, poiché il diodo 1N34A è sensibile alla luce.


STEP 3 - Montaggio dei componenti sul coperchio

Montare il condensatore variabile e le boccole a banana nel coperchio trasparente del barattolo.

Per il condensatore variabile, si è dovuto trovare due viti abbastanza lunghe da passare attraverso il coperchio spesso 3/16 di pollice. Una copertura più sottile funzionerà con viti standard. Il pomello per il condensatore avrà un piccolo perno per il collegamento meccanico dello stesso.

Montare anche i jack audio da 1/8. Si è dovuto svasare i fori per far partire i fili a causa della copertura di plastica piuttosto spessa.


STEP 4 - Preparare la bobina di induzione

Esiste un'opzione con la bobina di induzione per farla funzionare direttamente con una connessione antenna, o per avvolgere la bobina di induzione con circa 10 avvolgimenti di filo calibro 22 che va dall'antenna alla terra.
Il primo metodo offre una migliore possibilità che il segnale di una stazione sia sufficientemente forte con un'antenna corta. Il secondo metodo induttore avvolto è il migliore per l'uso di un'antenna lunga (20 piedi più).
Vedi schema per chiarimenti.

Il metodo induttivo è piu' pratico anche con un'antenna corta, perché da un segnale più chiaro con meno ronzio a 60 cicli. L'ampiezza del suono sarà inferiore nella sintonizzazione AM, a meno che non venga utilizzata un'antenna lunga. L'ampiezza può essere parzialmente composta utilizzando il corpo umano come un'antenna toccando l'anello del barattolo, che ha un filo di collegamento che va al cavo positivo dell'antenna quando attorcigliato su coperchio.
L'altro vantaggio di avvolgere l'induttore è che viene supportato all'interno del vaso dai fili più pesanti.

A - Nucleo di ferrite
B - Bobina con 75 spire di filo molto sottile
C - 10 avvolgimenti di filo rame da 2.2 mm isolato. Assicurarsi che le estremità siano raschiate per rimuovere l'isolamento
D - Fili rame piccolissimi


STEP 5 - Cablaggio e saldatura

Una volta che la maggior parte dei componenti è a posto, è il momento di collegare e saldare le parti. Il cablaggio diretto punto-punto può essere utilizzato con così pochi componenti. Seguire le immagini e lo schema per le connessioni di base.
Solo un paio di fili devono essere saldati. Esegui un cavo di messa a terra dal pin intermedio di C1 alla connessione di terra sul jack. Un altro filo passerà dall'antenna all'altro pin di C1.

Notare che il collegamento centrale del condensatore variabile C1 è collegato alla connessione di terra del jack. La connessione 160 pf si trova sul lato destro C1 dall'alto guardando in basso, le schede di connessione rivolte lontano da te. La connessione 41 pf si trova sull'altro lato della connessione di terra centrale e non è stata utilizzata.
Il diodo D1 è sensibile al calore e potrebbe guastarsi se è troppo scaldato. Utilizzare una clip a coccodrillo come dissipatore di calore quando si saldano i suoi cavi. E' stato montato sopra il coperchio per renderlo più sensibile alla luce.

Il filo sottile della bobina di induzione L1 con vernice nera va a terra. L'altro filo sottile dell'induttore va alla connessione del condensatore C1 non di massa. L2 è semplicemente 10 avvolgimenti di filo intorno alla bobina dell'induttore.


STEP 6 - Realizzare le antenne a spirale di Tesla

L'antenna Tesla è una forma di antenna wireless sviluppata da Nikola Tesla in cui l'energia trasmessa si propaga o viene trasportata al ricevitore da una combinazione di corrente elettrica che scorre attraverso la terra, induzione elettrostatica e conduzione elettrica attraverso il plasma con un campo magnetico incorporato.

C'è ancora molto da discutere su cosa esattamente Tesla stesse facendo con la sua trasmissione e ricezione dei sistemi di alimentazione.
Si è sperimentato due tipi di design dell'antenna Tesla. Il primo è simile alla spirale piatta "Pancake" che si vede in questo progetto ed in molti dei brevetti di Tesla. Il secondo è una particolare bobina a "Fuso", fatta di due coni (altro progetto).

Per l'antenna a spirale di base, si è usato un filo di rame solido di 14 piedi di lunghezza, e sono stati piegati i fili a mano, bobina per bobina. Si è usato una pinza ad ago per iniziare la spirale del nucleo, e dopo un giro o due, si è lavorato con delicatezza ma con fermezza il filo intorno, a mani nude. Si è saldato una breve antenna verticale al circuito centrale. In retrospettiva, sarebbe stato meglio realizzare la parte terminale verticale con una costruzione monopezzo.
Continuare a lavorare sul filo per eliminare attorcigliamenti e piegature, quindi assicurarsi che le bobine siano distanziate uniformemente. L'ultima parte saldare la piccola antenna verticale.


STEP 7 - Test del circuito radio AM

Questo passaggio è un test in circuito della "Tesla Spirit Radio", per vedere se funziona come una normale radio AM. Una volta verificate le connessioni di cablaggio e saldatura, possiamo testare la parte radio AM del dispositivo.
Collegare il cavo di collegamento audio al jack da 1/8 alla porta "Sound In" del computer. Avviare Audio Hijack (o un equivalente software per PC). Impostare con un equalizzatore a 10 bande di base e due o tre controlli AU Pitch. AU Bandpass e Reverb non saranno usati per questo test ... usano i loro pulsanti "Bypass". Potrebbe essere necessario aumentare il guadagno. Au Pitch controlla l'impostazione del passo 0 neutro.
Ruotare la manopola del condensatore variabile e i suoni di una stazione AM locale si dovrebbero sentire; in caso contrario, potrebbe essere necessaria una lunga antenna nella tua zona. Provare a toccare l'anello del vaso o l'antenna per vedere se questo fa la differenza.
Se non si sente alcun suono, allora qualcosa probabilmente non va. Verificare la connessione e le saldature. Inoltre, se è stato utilizzato troppo calore per le saldature vicino o sulla connessione a diodi, il diodo potrebbe essere bruciato. Sostituire per controllare o utilizzare la funzione di controllo del diodo del multimetro per testarlo se necessario.
A - Uscita audio sul computer ... non alimentata, tranne le onde elettromagnetiche raccolte dal circuito.
B - Il diodo 1N34A è sensibile alla luce e si trova sulla parte superiore del coperchio Lexan per una migliore risposta in esperimenti di luce diretta.
C - Manopola di sintonizzazione del condensatore variabile.
D - Antenne plug in recettori a banana plug.
E - Antenna Spiral Pancake, avvolta a mano con filo di rame 14 ga.


STEP 8 - Spooky Effect #2 - Voci di spiriti disincarnati

"I suoni che ascolto ogni notte sembrano essere voci umane che conversano avanti e indietro in una lingua che non riesco a capire. Trovo difficile immaginare di sentire davvero voci reali di persone non di questo pianeta. Ci deve essere una spiegazione più semplice che finora mi ha eluso ". Nikola Tesla 1918

Nikola Tesla, e molti altri dei primi pionieri della radio, spesso pensavano di aver sentito delle voci nelle loro ricezioni radio. Sia Edison che Tesla sostenevano di lavorare per comunicare con spiriti disincarnati.
Dale Afrey, nel libro "The Lost Journals Of Nikola Tesla", dice. "A un certo punto Tesla ha rimproverato Edison per aver rubato la sua idea sull'uso di una forma di radio per contattare i morti".
Si può avere l'impressione di voci spiritiche disincarnate, sintonizzando vicino a una stazione AM, quindi usare i controlli Au Pitch di un software audio come Audio Hijack per alzare il tono a un suono spettrale. Aggiungere riverbero per il tocco finale. Au Bandpass è anche usato in questo effetto. Controllare le impostazioni
In alternativa, l'AU Pitch può essere usato per abbassare il tono invece di innalzarlo, per un effetto di tipo lamento.