Presunto oggetto volante ripreso dalla città di Lugano,
probabile anno 2002
di Xenia Tchoumitcheva


Il nostro collega Lorenzo Fossati ci ha inviato una foto scattata alla modella Xenia Tchoumitcheva a Lugano, molto probabilmente nel 2002, in cui viene immortalato un presunto oggetto volante

Lorenzo ci scrive:
"Xenia Tchoumitcheva: presunto ufo nella foto della top model e fashion blogger; Lugano. La foto mi è stata passata dalla top model, alcuni anni fa



Questa è la foto originale

La foto è stata scattata a Lugano in viale Castagnola in direzione ENE

Dalla zona indicata qua sotto nella mappa

La direzione dello scatto è rivolta verso il monte Brè

Questo è l'ingrandimento del dettaglio originale

E questi alcuni passaggi filtrati

Per quanto riguarda la foto, non conosciamo nessun parametro; non si sa se proviene da una fotocamera digitale o una normale reflex.


COMPARAZIONE DELLE MISURE

La distanza fra il testimone e la vetta del monte Brè, si aggira attorno ai 1450 metri

Osservando la foto, il presunto oggetto NON dovrebbe trovarsi oltre a questa distanza, ma sembra essere compreso non oltre i 500 metri.
Alcune misure comparative potrebbero essere piu' esaustive per la comprensione delle distanze. Le misure sono state comparate alle dimensioni dell'auto nel riquadro sottostante, per permettere una comparazione fra i particolari.
- Se il particolare si trovasse a circa 100 metri dall'osservatore le sue dimensioni si aggirano sui 10.7 metri.
- Se fosse a 200 metri avrebbe dimensioni di circa 21.5 metri.
- A 500 metri dovrebbe aggirarsi sui 53.5 metri.
- Mentre a 1400 metri (la distanza fra osservatore e monte Brè), dovrebbe avere dimensioni di circa 150 metri.

Logicamente parlando ci sembra quanto meno improbabile che in quel giorno sia stato presente un oggetto con dimensioni come quelle ricavate sopra, in quanto la sua visibilità sarebbe stata comunque nota a gran parte degli abitanti di Lugano.
Tendiamo di piu' a credere che comunque quel particolare sia una particolare relativamente piccolo e che si sia trovato ad una distanza di non piu' di 20 metri. Sulla natura dello stesso è impossibile trarre conclusioni; potrebbe essere qualunque cosa, anche se la sua forma ricorda vagamente un classico disco a "panino".

Malgrado qualche tentativo di migliorare la qualità delle foto, è impossibile appurare la reale entità dell'oggetto.
La foto che ci è stata inviata inoltre, non è l'originale e a quanto pare quel particolare è stato notato solo DOPO avere visionato la foto stessa dai testimoni, per cui questo avvalora l'ipotesi che si sia trattato di qualcosa di relativamente piccolo.

A sostegno comunque di una ipotesi ufologica (anche se non è questo il caso), abbiamo trovato in rete alcune segnalazioni di avvistamenti avvenuti a Lugano piu' o meno in quel periodo...

http://www.cusi-news.ch/
Avvistamento UFO lungo l’autostrada Chiasso-Lugano: 23 dicembre 2001 ore 07:30
Nostro articolo mandato al quotidiano “La Regione” del 08.01.2002 e arricchito dall’intervista fatta all’Astronomo Ticinese Sergio Cortese da parte del giornalista del quotidiano. Nuova segnalazione al Centro ufologico. Tre luci misteriose nei cieli ticinesi
Un ufo, ovvero un oggetto Volante non identificato, nei cieli ticinesi? “Alle 7,30 mi trovavo a transitare sulla tratta autostradale Chiasso-Lugano, quando giunto all’altezza di Coldrerio ho notato in cielo uno strano oggetto (all’apparenza statico) a forma di boomerang e di colore chiaro. Ho potuto seguire l’evento fino all’entrata della galleria del San Salvatore. La cosa che mi ha colpito è stata la forma dell’oggetto che non era più simile ad un boomerang come l’avevo vista all’inizio ma erano tre luci ben distinte e formavano un triangolo“. Questo il racconto che il testimone dell’evento ha fatto al Centro ufologico della Svizzera italiana (Cusi) la mattina stessa in cui lo ha osservato. La persona – nel comunicato del Centro ufologico non vengono fornite le generalità – ha chiamato il Cusi mezz’ora dopo lo strano avvistamento. Il caso, sostiene l’associazione, è particolarmente interessante, “in quanto già in passato abbiamo avuto altre segnalazioni di avvistamenti di luci disposte a forma di triangolo”. E infatti il quarto caso del genere registrato dal Cusi dal 1995. Di qui l’invito a chi abbia osservato l’evento della mattina del 23 dicembre, o altri fenomeni inspiegabili, a darne comunicazione al Cusi (091/9942407 oppure CUSI@ticino.com).
“Quasi certamente ciò che è stato osservato la mattina del 23 dicembre non era né un bolide, cioè un grosso meteorite, né un satellite – afferma da noi interpellato Sergio Cortesi, direttore della Specola solare ticinese a Locarno-Monti e presidente della Società astronomica ticinese (Sat) -.E direi neppure un velivolo, come si potrebbe supporre data la relativa vicinanza dell’aeroporto di Agno: infatti, stando alla testimonianza, lo strano oggetto non si muoveva (mentre si muovono, eccome, bolidi, satelliti e aerei) e deve essere stato visto, immobile in cielo, per almeno una decina di minuti considerata la distanza tra Coldrerio e il tunnel del San Salvatore”. Dunque? “Per il momento, se ci basiamo unicamente sulla descrizione fornita dalla persona, è un evento inspiegabile. V’è tuttavia da dire che in questi casi le testimonianze, fatta salva la buonafede dell’osservatore, sono in generale poco precise”. Dapprima astrofilo e poi astronomo professionista, Cortesi non ha mai avvistato ufo: “In passato anche astronomi dilettanti iscritti alla nostra società, parliamo quindi di persone abituate a scrutare il firmamento con l’ausilio di mezzi ottici, hanno osservato fenomeni strani nel cielo ticinese, come ad esempio delle luci che si muovevano in maniera irregolare”. Eventi che la Sat ha segnalato sul suo periodico, il bimestrale “Meridiana”. “In venticinque anni abbiamo riferito di una decina di casi all’apparenza anomali, non riconducibili cioè a fenomeni celesti o a velivoli, quali aerei ed elicotteri”, ricorda Cortesi.
Intressante la testimonianza resa da una ragazza abitante a Dietlikon, anche nel suo caso si è trattato di un avvistamento di un oggetto a forma triangolare avvenuto il giorno 24 settembre 2001. ” Stavo tornando con la mia macchina dalla palestra, quando da lontano ho visto una luce forte e molto bianca, come dei fari. Da lontano pensavo che fosse una gru da cantiere. Ma poi mi sono ricordata che non ci sono costruzioni in corso dopo il tunnel. Prima di passare sotto il tunnel ho visto che era un oggetto in cielo che non si muoveva, stava fermo. Un triangolo con forte luce, soprattutto negli angoli e nel centro. Quando sono uscita dal piccolo tunnel ho guardato indietro e ho visto come ad un tratto vola via come un razzo. Come una scintilla blu, nel tempo di due secondi non ho visto più niente. Un collega che guidava la macchina dietro di me ha visto solo una luce strana, poi non si è voltato a guardare indietro all’uscita dal tunnel”.
La signorina E. M. ha compilato il nostro formulario d’inchiesta ed ha fatto un disegno di ciò che ha visto: un triangolo con tre luci agli angoli e una luce al centro. Altra testimonianza ci è pervenuta da parte della Signora S. M. di Wallisellen. Il suo avvistamento è stato fatto in Inghilterra il 1 gennaio 1999 alle ore 05.00. “Mi trovavo con una mia collega davanti all’entrata di casa, quando un forte rumore ha attirato la nostra attenzione. Abbiamo guardato in cielo e abbiamo visto un oggetto a forma di rombo ci siamo fermate sotto un albero per osservare meglio, tutto ad un tratto l’oggetto si è spostato verso di noi e si è fermato sopra a noi. Abbiamo avuto paura e siamo corse via. Abbiamo avuto il tempo di vedere l’oggetto schizzare via a velocità impressionante. Quando l’oggetto era fermo abbiamo avuto la possibilità di notare delle luci sul davanti color arancio (sul disegno ci sono sette luci con delle frecce che indicano come se si spostassero avanti e indietro), quando è volato via le luci sono diventate di color verde. Questo abbiamo potuto osservare bene in quanto l’oggetto non era molto alto nel cielo”. Per quanto riguarda l’avvistamento del 23 dicembre 2001 abbiamo avuto modo di ricevere altre due testimonianze da due signore abitanti a Pura e che hanno osservato l’oggetto per circa venti minuti, l’unica differenza stà nel fatto che alla loro vista si è presentato in forma diversa e più precisamente come un globo della grandezza di circa tre volte Venere e molto luminoso. Il luogo e la durata dell’avvistamento coincide con la prima testimonianza con la differenza che il punto di osservazione è esattamente all’opposto.


http://ansu.altervista.org/index.php
LUGANO - Gli avvistamenti di ufo ormai non fanno storia, storie vere o false chissà, ma quando è un agente di polizia o addirittura piu' agenti, la notizia diventa piu' interessante e credibile. E' accaduto nel fine settimana, come riporta la RegioneTicino. Tre casi segnalati e fra le persone che hanno visto gli oggetti ci sono anche alcuni agenti della Polizia comunale di Lugano in servizio di notte. Le loro testimonianze sono state raccolte e verificate dal Centro ufologico della Svizzera italiana (Cusi).
In realtà le testimonianze raccolte sono otto, tutte coincidenti a Lugano dopo la mezzanotte di domenica 5 giugno. Addirittura c'è chi ha avvistato 10 oggetti di color bianco-giallo, e luminosi. A vedere gli stessi oggetti sarebbe stata anche una pattuglia della Polizia comunale che da Besso verso il Monte Brè avrebbe distinto una decina di sfere di luce provenienti da Cureggia. Poi una luce si è staccata dal gruppo. La stessa dinamica è stata descritta da altri due testimoni.


http://www.tio.ch/
Un ufo nei cieli ticinesi?
Lettori segnalano con foto e video l'avvistamento di uno strano oggetto a Contone. Il Centro Ufologico della Svizzera Italiana informa di un altro caso a Caslano
18.07.2012
CONTONE - Qualcuno ha visto un Ufo? A Contone parrebbe di sì «Verso le 22 io e la mia amica abbiamo visto una luce proprio davanti a noi. Subito dopo un’altra alla nostra destra, blu verde e rossa molto forte, spentasi all’improvviso. Dopo questo, qualcosa nel cielo è sceso molto velocemente» ci scrive una lettrice, allegandoci le foto. La scena è stata ripresa dal piazzale delle Officine Rigamonti di Contone, ed ha attirato l'attenzione anche di altre persone presenti in loco.
Candida Mammoliti del Cusi (Centro Ufologico della Svizzera Italiana) ci riporta la notizia di un altro avvistamento a Caslano, intorno alle 22.30 «Qui la luce era rossa». C’è però ancora tanto scetticismo a parlarne: «Viene considerata destabilizzante dalle autorità l’idea di non essere soli nell’universo. Questa paura della gente è puramente indotta, creata dalla difficoltà che abbiamo noi ricercatori di divulgare le notizie in merito ai nostri studi» ribadisce la Mammoliti.
Il Cusi raccoglierà tutte le testimonianze e i documenti per sottoporli ad un’attenta analisi e valutarne i risultati. Da inizio anno il Centro Ufologico della Svizzera italiana ha segnalato due "straordinari avvistamenti", il primo l'8 gennaio a Pambio Noranco e il secondo il10 maggio a Carasso.

Malgrado tutto questo però, il nostro caso non è riconducibile alle segnalazioni sopra riportate.


In conclusione dunque

HWH 22, Voghera (PV)
15 dicembre 2017