Team HWH22 - Sezione Notizie

---- NOTA ----
Tutte le foto e gli articoli sono copyright dei rispettivi autori e sono stati ottenuti da Internet.
Sulla presente pagina, viene riportata solo la prima parte dell'articolo, il quale prosegue poi cliccando il relativo link sotto riportato.
Con questa proposta non si intende ovviamente infrangere nessun articolo di Copyright su documenti e immagini.
Nel caso deteniate i diritti sulle immagini pubblicate, riporteremo i links di ciascuna pagina, o cancelleremo tutte le immagini riportate.

Non ci assumiamo la responsabilità sulla veridicità dei contenuti degli articoli.


QUESTA SETTIMANA

OLISTICA    L'Invasione degli Operatori Olistici (o degli Ultracorpi)
ARCHEOMISTERI    Nuovi geoglifi scoperti in Kazakistan
MISTERI    Quinta de Regaleira, un misterioso parco alchemico
MISTERI    Winchester House, la casa più misteriosa al mondo
UFOLOGIA    Massiccia ondata di avvistamenti UFO in Venezuela
SPAZIO    La sonda israeliana Beresheet fallisce l'allunaggio



01 OLISTICA
L'Invasione degli Operatori Olistici (o degli Ultracorpi)


di Federico Bellini

L'Olismo (dal greco ???? hòlos, cioè "totale", "globale") è un concetto teorico alternativo, basato sull'idea che le proprietà di un Sistema, non possono essere spiegate tramite le sue singole componenti, dato che da un punto di vista Olistico, è attraverso la sommatoria funzionale delle parti che si arriva a dare un risultato finale esaustivo, o globale, dell'Insieme. In Occidente l'Olismo nacque attorno al XVII secolo grazie al Panteismo di Baruch Spinoza, il quale si fondava sulle filosofie orientali pervenute in Europa già dai secoli precedenti.


In particolare, fu tra le filosofie-teologie induiste, tutte di stampo Olistico, che esso si dimostrò essere un terreno fertile di apprendimento. Più tardi, persino un autore come Johann Wolfgang von Goethe, raccolse suggestioni mistico-olistiche del pensiero tardo-medievale, e le tradusse nella sua "Teoria dei Colori", dove la luce bianca (come sommatoria dei differenti colori dell'iride) non sarebbe considerabile come mera somma delle frequenze elettromagnetiche dei suoi componenti; un concetto olistico che il Romanticismo portò verso nuove prospettive umanistiche e artistiche. La parola, insieme all'aggettivo Olistico, fu però coniata negli anni venti da Jan Smuts (1870-1950), uomo politico, intellettuale e filosofo sudafricano, autore di "Holism and Evolution" ("Olismo ed Evoluzione"), del 1926. Essendo un convinto evoluzionista, secondo lui l'Olismo doveva essere l'espressione di un frutto strutturale, di una "evoluzione emergente". Oggi vengono considerati precursori dei vari approcci olistici-psicoanalisti autori come Georg Groddeck (1866-1934), e Naturopati come Edward Bach (1886-1936) e Teologi come Mary Baker Eddy (1821-1910).

Fatta questa piccola ma doverosa premessa, adesso andiamo a sviscerare la cruda realtà di una problema riguardante gli Operatori Olistici, i Naturopati, e i Counselor nostrani, che specie in questi ultimi anni, si sono diffusi in ogni dove, peggio di una metastasi tumorale. Da almeno vent'anni, ma con un incremento di queste tipologie di "Professioni" soprattutto negli ultimi tempi, mai si era vista una tale diffusione di pseudo-terapeuti, consulenti e operatori, tutti rigorosamente "Olistici".   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





02 ARCHEOMISTERI
Nuovi geoglifi scoperti in Kazakistan


Non sono grandi o articolati come le linee di Nazca in Perù, tuttavia i nuovi geoglifi scoperti in Kazakistan sono destinati ad alimentare le discussioni e le ricerche circa la loro origine ed il loro significato. Alla riunione annuale dell'Associazione Europea degli Archeologi, svoltasi ad Istanbul, i ricercatori della Kostanay University del Kazakistan e della Vilnius University della Lituania hanno presentato i loro risultati: con l'utilizzo di scavi, di geo-radar ed anche con il sempre più popolare Google Earth hanno individuato oltre 50 geoglifi nel Kazakistan settentrionale.

A differenza delle linee di Nazca, la maggior parte dei geoglifi del Kazakistan sono disegni costruiti con tumuli di terra. Le loro dimensioni variano dai 90 ai 400 metri e, anche se si tratta di tumuli, sono molto più facili da vedere dall'alto che non dalla terraferma.

Tra le peculiarità riscontrate, risulta che un geoglifo in particolare è stato costruito con legname. ed ha la forma di una svastica, mentre altri hanno forme di croci, quadrati e cerchi.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





03 MISTERI
Quinta de Regaleira, un misterioso parco alchemico


Se vi piacciono i giardini, la magia e i misteri, quest’anno potreste pensare di andare in vacanza in Portogallo, per la precisione a Sintra, località distante solo 25 km a Nord Ovest di Lisbona.

A Sintra si trova infatti il celebre parco Quinta da Regaleira, costruito dal 1898 al 1912 per volere del suo proprietario, Antonio Augusto Carvalho Monteiro (1848-1920) che ne commissionò il progetto all’architetto e scenografo italiano Luigi Manini (1848-1936).

Un percorso iniziatico che ricorda la Divina Commedia
Manini disegnò per il parco Quinta da Regaleira strutture dai motivi rinascimentali, neomanuelini (ossia tardo-gotici portoghesi), neogotici e neoclassici. Il percorso tracciato all’interno del parco dal Manini prevede di passare dal mondo intermedio (il Purgatorio), al mondo inferiore (l’Inferno) e infine al mondo superiore (il Paradiso), imitando il cammino descritto da Dante nella Divina Commedia.

Il sentiero del parco è scandito da una serie di tappe segnalate da altrettante strutture che seguono un ordine magico-iniziatico concepito da Carvalho Monteiro e da Manini. Si parte dal Palazzo, ideato come dimora filosofale d’ispirazione alchemica, alto sei piani ripartiti in tre gruppi per simboleggiare la suddivisione ternaria dell’universo. Si passa poi alla Fontana delle Chimere, ricche di simboli allegorici.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





04 MISTERI
Winchester House, la casa più misteriosa al mondo


Di Magda Pervy

Dire che a Winchester House il mistero sia di casa è riduttivo: in effetti Winchester House, un palazzo dell’800 che si trova a San Jose, in California, è probabilmente la casa del mistero per antonomasia.

Un palazzo unico al mondo che raccoglie stranezze ed enigmi in ogni sua stanza. Porte che non portano da nessuna parte, gradini alti 5 cm, finestre che si affacciano su altre stanze, scale che terminano contro i muri: all’apparenza Winchester House sembra essere stata realizzata da un folle, in realtà la sua stranezza ha un motivo.

La bella di New Haven
Il palazzo venne costruito nell’800, quando la superstizione e le credenze legate al paranormale erano persino più diffuse di oggi. La proprietaria di Winchester House, Sarah Lockwood Pardee, vedova Winchester, fu una donna nata da una famiglia agiata nel 1837 a New Heaven (Connecticut), di rara bellezza (in vita fu nota come “la bella di New Haven”), con una spiccata intelligenza e grande vivacità (tra l’altro parlava 4 lingue e suonava perfettamente il pianoforte).   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





05 UFOLOGIA
Massiccia ondata di avvistamenti UFO in Venezuela


Moltissimi avvistamenti Ufo 2019 nel Venezuela

Il Venezuela sembra che stia vivendo la scena di un film di fantascienza. In questi ultimi giorni gli avvistamenti ufo hanno fatto da padrone la nazione in tutte le ore e persino sono stati registrati atterraggi di veivoli misteriosi. Nessuno sa perché, ma i venezuelani vivono queste situazioni in modo preoccupante.

Gli avvistamenti UFO sono stati segnalati in molte zone del paese, dalla capitale, Caracas, alle città lontani tra loro come Barquisimeto, stato di Lara, Trujillo e Ciudad Guayana.

Tutto ebbe inizio sabato 9 marzo 2019 quando gli abitanti di Ciudad Bolívar riferirono uno strano evento nella laguna di La Lorena. Le canne si sono svegliate storte, formando giganteschi “simboli dell’infinito” sul terreno.
Inoltre, alcuni giovani che stavano viaggiando sulla strada da Trujillo a Barquisimeto potevano vedere sorpreso come una potente luce, verso le cinque del pomeriggio, sembrava scendere su alcuni campi.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE





06 SPAZIO
La sonda israeliana Beresheet fallisce l'allunaggio


Il lander ha avuto problemi al motore principale e a uno dei sistemi di navigazione inerziale

Non riesce ad atterrare sulla superficie della Luna il primo lander privato ad avere tentato questa impresa. Lo ha reso noto il centro di controllo della missione, il cui obiettivo era quello di scattare fotografie e condurre esperimenti sul satellite. Il veicolo spaziale Beresheet, costruito in Israele, ha registrato problemi al motore principale e a uno dei sistemi di navigazione inerziale.

"Si ritenterà comunque fra due anni, ha detto il primo ministro di Israele", Benjamin Netanyahu. La manovra che avrebbe dovuto portare all'allunaggio era cominciata alle 21 italiane dell'11 aprile e tutto è andato secondo il programma per circa 20 minuti, tanto che Beresheet, il cui nome significa "in principio" aveva scattato un selfie inquadrando la targa simbolo della sua missione sullo sfondo del suolo lunare.   »»»


L'ARTICOLO CONTINUA SU:   LINK ORIGINALE